Verifica e controllo degli impianti fotovoltaici: dalla corretta installazione alla manutenzione

La termografia sta assumendo un ruolo sempre più rilevante nell'ambito delle tecniche di indagine non distruttive: una facile e veloce individuazione dei delta termici presenti in una struttura o in un componente meccanico permettono infatti di identificare la presenza di problema in tempi ridotti. Il suo impiego come indagine non-distruttiva per il rilevamento dello stato fisico di strutture è estremamente utile nel campo delle energie rinnovabili, come ad esempio nella rilevazione della dispersione energetica sotto forma di calore.

La termografia può essere utilizzata per:

  1. identificare, durante il normale carico solare, celle difettose con temperature superiori alla temperatura massima di lavoro ( normalmente 85° C).
  2. identificare difetti nelle connessioni tra celle e diodi di protezione.
  3. valutare perdite di efficienza su pannelli con distribuzione non uniforme di temperature dovuto a celle o gruppi di celle con temperatura più alta del normale.
  4. ridurre i tempi di manutenzione (soprattutto per impianti di grandi dimensioni) e controllare tramite report specific lo stato di funzionamento dei moduli durante gli anni di esercizio.
  5. dimostrare/controllare la tenuta ermetica dello staffaggio (utile per le istallazione su tetti di copertura)

Energy Toscana Servizi srl (E.S.Co.)

Autore: Energy Toscana Servizi srl (E.S.Co.)